Nazionalità

Jussuf Abbo nacque nel 1890 a Safed, una città che all'epoca si trovava nella regione palestinese dell'Impero Ottomano. La sua nazionalità alla nascita era ottomana (palestinese ottomana). Dal 1948, Safed divenne parte di Israele.

Nel 1911, Abbo emigrò in Germania, viaggiando con il suo passaporto dell'Impero Ottomano. Nel 1934, non poté lasciare la Germania ed emigrare nel Regno Unito perché apolide. Non aveva ottenuto la cittadinanza tedesca durante il suo lungo soggiorno in Germania. L'Impero Ottomano era finito nel 1923. Non aveva più un passaporto e il suo paese di nascita, l'Impero ottomano, non esisteva più.

Nel 1935, con l'aiuto di un funzionario dell'ambasciata egiziana e grazie al fatto che suo padre era originario dell'Egitto, Abbo riuscì ad ottenere la cittadinanza egiziana, il che gli permise di emigrare nel Regno Unito. Il passaporto ottenuto nel 1935 (vedi sotto) fu rilasciato in sostituzione di un precedente passaporto egiziano fittizio, del 1924. Questo fu fatto senza dubbio per rafforzare la legittimità della sua cittadinanza egiziana, facilitandone così la fuga dalla Germania nazista.
Il passaporto egiziano di Jussuf Abbo
Dal 1890 al 1923, Jussuf Abbo ebbe la nazionalità ottomana (palestinese ottomana) e, ufficialmente, dal 1924 al 1953 ebbe la cittadinanza egiziana, anche se, per quanto è noto, durante la sua vita, non mise mai piede sul suolo egiziano. Non ottenne mai la cittadinanza tedesca, britannica o israeliana.